Un impegno solidale ad impatto zero: un mare di bontà da record per la sua ottava edizione

Tanta attesa, fervore per questo grande giorno, che come ogni anno non smette di stupire e di superare le aspettative.
Un mare di bontà è un mare di cose buone, di idee e di progetti che quel giorno sono stati condivisi dalle tantissime persone presenti, da addetti stampa, dallo staff e dai cuochi che si sono prodigati con passione alla realizzazione delle loro pietanze.
Tutto inizia alle ore 20:30 con un introduzione musicale dei bravissimi Samarcanda, coinvolgendo a suon di canzoni italiane e straniere tutti i quartieri di Santa Tecla.
Infatti quest’anno la musica non si è fermata sul palco ma è andata tra il pubblico che spontaneamente ballicchiava tra un calice ed un piatto di maccheroni.
La serata presentata da Salvo Fichera affiancato da Roberta Romano, va da sé, tanti ospiti sul palco tra cui i rappresentanti delle aziende partner con la gradita visita anche del Sindaco di Acireale Stefano Alì.
Quest’anno particolare attenzione all’ambiente, con lo slogan l’evento ad impatto zero che rispetta la natura, che ha visto susseguirsi una serie di interventi informativi da parte di Maurizio Rubera ( tu si bio di Siracusa) il quale presente con i monouso biodegradabili spiega il perché è importante scegliere il compostabile, seguito dallo chef Alfio Visalli il quale ha ribadito la sua filosofia sulla pesca etica, sul sano e sulla ricerca dell’eccellenza nelle nostre tavole.
Interessante la presenza all’evento del pesce Cobia definito il c.d. pesce perfetto da Visalli, per l’occasione rappresentato da addetti stampa per l’Italia.
Il Cobia scelto da alcuni dei cuochi presenti come ingrediente per il loro piatto, ad esempio Silvio Iacuzza che, con il suo Ciauru de mari ha inebriato gli ospiti, spiegando ed argomentando il perché di questa scelta a tratti tradizionale ed innovativa.
Anche la postazione chef for blu lab, con gli chef Nico Scalora, Elio Micalizzi, Giovanni Speciale ed Alessandra Ragusa e Valentina Rafà, ha proposto uno stecco di cobia pai pai su misticanza di verdure e la tartare di Cobia con julienne di carciofi marinati in aquamaris realizzata dallo chef Alfio Visalli.
Proseguendo con il riepilogo delle pietanze, due stand maccheroneria prese letteralmente d’assalto dai tanti ospiti con attesa alle file che di certo preannunciava la bontà di quel primo piatto. La degustazione prevedeva maccheroni in sugo di pomodoro, melanzane fritte, finocchietto, cipolla, uvetta sultanina, olio evo.
Le verdure, quali finocchietto e carciofini, sono state fornite dall’azienda Spirito Contadino.
La freschezza dell’insalata di mare offerta da Calabria Pesca da anni partner del Centro Surgelati di Acireale, con classica pagnotta del Forno Spina, preparata con cura dallo staff delle cucine e servita su un bellissimo piatto biodegradabile. Da ricordare come Calabria Pesca con Il Centro Surgelati sono riusciti dopo tanti sforzi, a far capire l’importanza di un buon surgelato, che quando è d’eccellenza può far parte delle nostre tavole.
Angolo beverage con cantine del Conte uvaggio che ha proposto due bianchi ed un Rosato del Conte anno 2016 ed un nerello del 2015.
Postazione ostriche accompagnate dai vini di tenuta Valle delle Ferle ed in Carrozza argomentate e servite dal Sommelier Salvo Di Bella.
Con uno sfondo da sogno, si degustava Maris Panama il cocktail di Marco Pollaci ed il suo collaboratore Giovanni D’ Agata, con acquadimare, vodka Giovy, liquore ai fiori di sambuco, succo di limone verdello di sicilia, passion fruit, e side con foglia di borragine dell’azienda spirito contadino a sostegno di tocchetti di cobia, mayo di soia e caviale di maracuja.
Ma l’augurio ed i ringraziamenti non potevano non essere sugellati dalla torta realizzata da Conpait delegazione Sicilia con un maestro d’eccellenza, il Presidente Peppe Leotta.
A condividere la piazza l’azienda New Fruit con una mega anguriata offerta agli ospiti.
Continuando a percorrere le vie di Santa Tecla, potevi vedere giocare anche i più piccoli con staff Cocomambo, che con sorriso degustavano una tortina Tomarchio al cioccolato.
Gli allestimenti perfetti ed in armonia con la location, ordinati e funzionali, staff con visi felici e soddisfatti del lavoro svolto.
Bellissimo il momento tribuna stampa con i tanti giornalisti intervenuti sul palco e che hanno condiviso la consegna da parte di Anna Martano, del riconoscimento ad Alfio Visalli dell’Accademia Italiana di gastronomia e gastrosofia per l’impegno profuso in favore della sostenibilità.
L’impegno e la passione della Fam. Ferlito anche per questa ottava edizione ha dato ottimi risultati, un impegno per il loro territorio che portano avanti con molta pazienza e cuore.
Palese l’affetto ed il legame tra lo chef Visalli ed il suo amico e collega Salvo Ferlito che emozionato a fine evento si gode il suo abbraccio e le parole probabilmente di ringraziamento dedicatagli e sussurrate con riservatezza.
Una manifestazione che di obiettivi e messaggi ne aveva tanti, solidale da una parte con ben 2 mila euro raccolti, ed ambientale, con slogan green e ad impatto zero.
Di certo nulla è perfetto e le critiche non mancheranno mai, ma ciò che importa è aver fatto quantomeno parlare e di aver lasciato una scia di sensibilità non irrilevante su un tema, oggi, un pò scomodo ma che riguarda tutti.
Si auspica che lo zero plastica ed il più rispetto per l’ambiente abbia un seguito nei cuori di ognuno dei quali ha partecipato a questo evento e che finalmente ci si assuma la responsabilità sia privata nella propria quotidianità, che istituzionale di governare gli eventi e la nostra città con più attenzione.
Anzi, visto che “ paese che vai usanza che trovi” e data la stagione estiva ed i milioni di turisti che affollano le nostre coste, sarebbe utile che anche loro vengano sensibilizzati al rispetto della magnifica Sicilia che li ospita, seppur per qualche giorno, con accorgimenti ed informazioni tali da informarli sul come smaltire il rifiuto nel rispetto delle nostre regole.
Ringraziamo chi c’era e chi avrebbe voluto esserci, rinnovando l’invito per il prossimo evento ad impatto zero che vi vedrà protagonisti.
Ricordiamo il coordinamento di Valentina Duca, la comunicazione- marketing affidata a Roberta Romano.
La redazione

Si ringraziano
Centro Surgelati, Calabria Pesca, Open Blue Cobia, Tu si bio, Conpait Sicilia, New Fruit, Conte Uvaggio, Auto Company, Aquamaris, Al Mulino, Casa a Trigona, Cocomambo, Tomarchio, Exposistem, Eliografia Sicilia, Orli e Rose sartorie, Galatea tipografia, Oleificio Russo,Cubers ghiaccio, Electrolux, Orazio contarino Bevande, Spirito contadino, Detervax, Panificio Spina, Lehaman Glass.

Per l’informazione
Piero Rotolo, Gianna Bozzali, Liborio Polizzi, Flavia Buscema, Domenico Denaro, Anna Martano, Valeria Alchifari, Carmelinda Comandatore, Clarissa Cusimano, Valeria Lopis, Pierangela Cannone, Melania Tanteri, Vincenzo Musumeci, Angelo Barone.

Report Fotografico
Roberto Cantarella